Come scegliere un B&B a Palermo

Per chi ama la Sicilia, la sua storia, la sua arte e la sua natura (oltre il mare), Palermo rappresenta la meta ideale per una vacanza a tutto tondo. Secondo una recente indagine effettuata dal motore di ricerca jetcost.it, il capoluogo siciliano è stato tra le quindici mete più ricercate per le vacanze del Natale appena trascorso, in particolar modo dagli italiani.

Immergersi nelle atmosfere magiche di questa città ricca di monumenti, ma anche di scorci poetici e surreali che riportano indietro di secoli, è un’occasione davvero ghiotta, in particolare per chi è abituato, o preferisce, un semplice B&B a un albergo o a un hotel di lusso.

L’accoglienza del popolo siciliano, e dei palermitani soprattutto, è rinomata, cosicché i Bed and Breakfast sono diventati una delle soluzioni preferite dai turisti, sia nel caso si fermino per un fine settimana o per alcuni mesi.

Oltretutto, è un modo economico di viaggiare che permette, comunque, di godere di diversi vantaggi, in particolare se si sceglie la zona giusta, in grado di conciliare la duplice natura del capoluogo siciliano, artistica e vacanziera.

Cosa offre un B&B

Scegliere un Bed & Breakfast significa puntare a una vacanza meno formale e più economica. È una formula amata particolarmente dai giovani, che grazie ai prezzi bassi offerti dalle strutture di questo tipo, hanno la possibilità di viaggiare liberamente, ma senza rinunciare alle comodità necessarie. A differenza di hotel e alberghi, un B&B punta alla familiarità e al rapporto informale tra gestori e ospiti, ma offre, comunque, dei servizi adeguati a ogni tipologia di vacanziere.

Ogni casa o camera è dotata, infatti, di connessione internet, di tv, aria condizionata, riscaldamento, bagno privato e di tutti quegli arredi che possono rendere comodo il soggiorno degli ospiti, ma soprattutto farli sentire a casa. Naturalmente, ci sono strutture che puntano maggiormente al rapporto diretto tra gestore e cliente, con cui, magari, si condividono i pasti, a partire dalla prima colazione, ma esistono anche quelle che lasciano libertà assoluta agli ospiti, offrendo ogni servizio senza risultare, in alcun modo, invadenti.

I prezzi, senza nemmeno dirlo, sono low cost e alla portata di qualsiasi portafoglio, cosicché a Palermo si può soggiornare in una camera matrimoniale con bagno privato spendendo meno di cinquanta euro a notte, oppure usufruire di una struttura più grande e raffinata, spendendo circa cento euro a notte.

Infine, se fino a qualche anno fa, il B&B sembrava una struttura adatta soltanto ai single o alle coppie, adesso in tanti hanno deciso di offrire ospitalità anche alle famiglie, grazie a case spaziose e dotate di ogni comfort.

Come scegliere un B&B a Palermo

Come già accennato, Palermo è una città che può offrire tanto a chi decide di trascorrervi le vacanze. Può essere una meta per chi ama il mare, ma anche per chi è in cerca di un viaggio culturale e artistico o, ancora, per chi desidera il contatto con la natura.

Le strutture di ricezione sono sparse un po’ ovunque, pronte a soddisfare ogni esigenza dei clienti, ma se si decide di soggiornare in un B&B, allora è consigliabile sceglierlo con cura e attenzione. Innanzitutto, questa tipologia di struttura presuppone che i vacanzieri non abbiano programmato di trascorrere tanto tempo all’interno della struttura stessa, ma di usarla soltanto come punto di appoggio per le varie escursioni organizzate in città o fuori. Pertanto, è indispensabile avere le idee chiare su cosa si vuole fare durante la vacanza e trovare, quindi, la zona più adatta alle proprie esigenze.

Se, per esempio, ci si vuole immergere nella storia di Palermo e respirare l’aria della città antica, del centro storico, allora è necessario scegliere un B&B che si trovi nel cuore del capoluogo siciliano: qui, passeggiando tranquillamente a piedi, si potranno ammirare monumenti storici come la Cattedrale, Palazzo dei Normanni o il Teatro Massimo, ma assaporare anche le usanze locali, grazie al folklore dei mercati rionali come Ballarò o La Vucciria che, di sera, si trasformano in punti di incontro alla moda per i giovani. In caso, invece, si punti alla vacanza relax al mare, allora è preferibile cercare il proprio B&B a Mondello, località vacanziera per antonomasia e luogo molto affollato d’estate, ma anche ideale per scoprire tutta la splendida costa palermitana e organizzare un’escursione a Monte Pellegrino, dove visitare il santuario di Santa Rosalia e godere di scorci panoramici mozzafiato.

Se, infine, si è alla ricerca di un luogo più tranquillo, lontano dal caos cittadino e a contatto con la natura e dagli splendidi panorami, allora si può optare per località come Monreale, che oltre ad offrire il bellissimo Duomo, vanta un affaccio straordinario su Palermo e su tutta la Conca d’Oro.

Infine, la scelta del giusto B&B dipende anche da cosa si vuol trovare nella struttura: ci si accontenta di una casa da condividere oppure si cercano ambienti da utilizzare in esclusiva? Nel capoluogo siciliano esistono tanti tipi di B&B, da quelli a gestione familiare, in cui l’ospite viene letteralmente adottato, a quelli più formali, in cui l’appartamento è diviso da quello dei gestori, con tanto di ingresso indipendente.

La scelta di un bed and breakfast è piuttosto variegata. Un ottimo riferimento è sicuramente il B&B Ai Vicerè di Palermo.