Bellezza e ricchezza architoettonica di Firenze

La ricchezza architettonica di Firenze, rende necessario elaborare un piano per provare a visitare i luoghi più emblematici della città durante il nostro viaggio. Da dove puoi iniziare? Ovviamente attraverso la piazza più importante della città, la Plaza del Duomo, in quanto è il luogo dove fu costruita una delle vette del Brunelleschi, la Basilica di Santa Maria de las Flores.

Una basilica, dalla quale nessuno dovrebbe partire senza osservare attentamente la sua splendida cupola, che è fantasticamente scortato dal Battistero di San Juan, un edificio di tipo romanico, le cui porte sono state decorate durante il Rinascimento da due artisti come Andrea Pisano e Andrea Ghiberti e il Campanile progettato da Giotto.

Se gli occhi del viaggiatore sono stati in grado di riprendersi da immagini così belle, la prossima tappa obbligatoria è la Plaza de la Señoría, il centro storico di Firenze, dove edifici emblematici come:

La Logia dei Lanzi (che viene utilizzata come museo a cielo aperto) in cui è possibile vedere l’opera più importante di Benvenuto Cellini, “Perseo con la testa di Medusa”

Palazzo Vecchio

Il Palazzo Vecchio, la cui enorme massa ricorda quella di un castello medievale e che è facilmente riconoscibile in qualsiasi veduta aerea della città per la sua grande torre alta oltre novanta metri.

Su uno dei lati di questa piazza, si trova l’edificio che riceve il maggior numero di visitatori un anno dopo Santa María de las Flores, la Galleria degli Uffizi. Un luogo che tutti identificano rapidamente alloggiando all’interno del potente “David” di Michelangelo, in cui il viaggiatore ha anche la possibilità di trovare opere di Da Vinci, Botticelli e altri artisti di questo stesso periodo storico. Un altro dettaglio molto interessante di questa Galleria è quello noto come Corridoio Vasariano, un piccolo corridoio progettato da Giorgio Vasari per collegare Palazzo Vecchio con Palazzo Pitti.

Questi sono i luoghi più emblematici della città, ma ce ne sono molti altri che possono essere visti senza dover sopportare lunghe code e grandi folle di persone. Questi luoghi includono:

Il Palazzo del Bargello, costruito nella Firenze medievale, il cui interno custodisce gelosamente alcune delle più importanti sculture dei secoli XV e XVI.
La chiesa di Santa Cruz, dove è possibile ammirare i meravigliosi affreschi di Giotto, nonché le tombe di uomini importanti per la città come Machiavelli, Michelangelo e Galileo.
La piccola basilica di San Miniato al Monte, un fantastico esempio del romanico fiorentino che si distingue per la bellezza della sua facciata, che è decorata da marmi che formano figure geometriche e un piccolo mosaico di Cristo accompagnato dalla Vergine e dal martire a cui è dedicato La basilica