I luoghi nascosti della Garfagnana

La Garfagnana, zona situata in provincia di Lucca, rappresenta uno degli itinerari turistici meno conosciuti possibili in Italia. Si tratta di una zona con un gran numero di attrazioni naturalistiche, artistiche e culturali. La grande varietà di paesaggi permette di poter fare delle interessanti escursioni sulle Alpi Apuane e sui relativi laghi, oltre che la vicinanza con la vicina Versilia, rende piuttosto agevoli gli spostamenti verso il mare.

Tale territorio presenta una serie di attrazioni uniche nel suo genere. Vediamone alcune:

Parco Naturale dell’Orecchiella

Il parco dell’Orecchiella si trova sul versante appenninico della Garfagnana ed è compreso tra i comuni di Piazza al Serchio, San Romano, Sillano e Villa Collemandina. Si tratta di un’area protetta dal Corpo Forestale dello Stato composta da imponenti foreste di faggio, castagno ed abeti ancora oggi popolate da numerose specie di animali selvatici come lupo appenninico, cervi, mufloni e cinghiali. I cieli sono invece dominati da rapaci quali il falco e l’aquila reale.

Per raggiungere questa località esistono numerose alternative, noi vi segnaliamo quella più semplice: dal paese di Villa Collemandina si prosegue per Corfino e da qui per l’Orecchiella distante 7 chilometri. Il percorso si effettua in circa 30 minuti di macchina attraversando zone di eccezionale bellezza con panorami mozzafiato che sono solo da preludio rispetto a quello che troverete nel Parco.

Il Parco occupa un’area molto vasta con sentieri che presentano diversi livelli di difficoltà: vi consigliamo un itinerario fruibile da tutti e particolarmente interessante per i bambini. Raggiunto il centro visitatori si segue il sentiero che conduce al “giardino dei fiori di montagna” dove è possibile passeggiare tra colorate specie vegetali. Attraversando un piccolo bosco di pini si raggiungono alcune recinzioni dove sono ospitate e salvaguardate alcune specie animali come caprioli, galli forcelli e orsi bruni. Il percorso termina nuovamente al centro visitatori.

Il Paese Sommerso di Fabbriche di Careggine

Fabbriche di Careggine è certamente uno dei luoghi più celebri, suggestivi e ricchi di fascino della Garfagnana, caratterizzato da una peculiarità unica: non può essere visitato!La storia inizia nel 1946 quando le acque del fiume Edron, sbarrate da una diga costruita per produrre energia idroelettrica, ricoprirono l’antico paese di Fabbriche di Careggine e di Piari. Da allora, solo in occasione dei lavori di manutenzione della diga, il lago viene svuotato facendo rivivere l’antico borgo medievale, attirando migliaia di visitatori e turisti. Questo straordinario evento si è verificato solo 4 volte: nel 1958, nel 1974, nel 1983 e nel 1994.

Vagli di Sotto

Il Comune di Vagli Sotto si estende su un’area di circa 40 Kmq, ai piedi delle cime Apuane della Tambura, del Sumbra e del Roccandagia. E’ caratterizzato dalla presenza di un grande lago artificiale nel quale confluiscono le acque del fiume Edron, affluente del Serchio. Il lago artificiale di Vagli è il più grande della Toscana, è molto conosciuto in quanto racchiude nelle sue profondità il “Paese Fantasma” di Fabbriche di Careggine.

Del Comune fanno parte le frazioni di Vagli Sotto, Vagli Sopra e Roggio che offrono ai visitatori la possibilità di escursioni con panorami mozzafiato e spettacoli naturali come rossi tramonti e fantastiche albe.
Molte sono le attrazioni rivolte ai turisti amanti della natura, delle camminate e degli splendidi panorami: i monti Tambura, Sumbra e Roccandagia, l’Oasi naturale LIPU di Campocatino, le cave di marmo, il vecchio paese di Vagli Sotto con le sue tipiche case in pietra, la spelndida chiesa romanica di S. Agostino (sec. XI) ed il fantastico lago che racchiude il celeberrimo “Paese Sommerso di Fabbriche”.