Duomo di Rimini
  • Pubblicato da

Cosa vedere a Rimini. 5 luoghi da visitare

Rimini è una città turistica, la più famosa della Riviera romagnola, una località consacrata come luogo di divertimento estivo grazie alle spiagge attrezzate, all’ottima cucina e anche al patrimonio storico e culturale. Perfetta per gli amanti delle feste in spiaggia ma anche per chi vuole visitare la città attraverso itinerari storici, culturali e culinari. In questo articolo ti elenchiamo cinque dei posti più belli da vedere a Rimini.

Museo della Città

Una visita al museo della Città di Rimini è quasi un obbligo, soprattutto per chi vuole conoscere meglio il passato della città e della regione intera. Inaugurato nel 1990, ospita diverse opere realizzate nel trecento fino ad arrivare ai giorni nostri. Il piano terra è dedicato alle opere di René Gruau, un famoso illustratore italiano del novecento che collaborò con diverse case di moda italiane e internazionali. Sempre nel piano terra, si può ammirare un’esposizione dal titolo “Libro dei sogni” dedicata ai film di Federico Fellini.
Tra il primo e il secondo piano troviamo la Pinacoteca dove sono esposte opere a partire dal trecento fino al seicento, di diversi artisti. Recentemente è stata aperta una nuova ala dedicata all’archeologia.

Borgo di San Giuliano

Il famoso regista, Federico Fellini, nacque in questo piccolo quartiere di Rimini, chiamato Borgo di San Giuliano. Un luogo delizioso che ricorda i borghi marinari, piccole case colorate e strade strette sono le principali caratteristiche del borgo. Richiamando uno stile di vita lento e dettato dalla natura. All’interno del borgo si trova la Chiesa di San Giuliano, un edificio religioso che sorge sui resti di un tempio pagano. Nasce come abazia dei Benedettini e viene modificata diverse volte durante i secoli. Gli interventi effettuati a metà del 1500 hanno cambiato ulteriormente il suo aspetto. La facciata segue lo stile classico dell’epoca.

Scavo di piazza Ferrari e Domus del chirurgo

Un complesso archeologico che ha restituito tracce del periodo romano e del medioevo. Per certi versi ricorda una piccola Pompei, sono reperti di straordinaria importanza che mostrano diversi aspetti della vita quotidiana. Nell’area sorge la “domus del chirurgo”, chiamata in questo modo perchè era la casa di un chirurgo greco, risalente, all’incirca, all’anno 250 d.C. La casa fu distrutta da un incendio e soltanto secoli dopo, alla fine del ‘900, venne riscoperta. Sono arrivati fino a noi dei reperti di straordinaria importanza, mosaici, arredi e oggetti vari, hanno restituito un’immagine della vita di quel periodo. Il reperto più importante è il set di strumenti per la chirurgia e la farmaceutica. Un ritrovamento del tutto unico a livello mondiale, soprattutto per la quantità e per l’ottimo stato.

Tempio Malatestiano

Il Tempio Malatestiano, o Cattedrale di Rimini, è l’edificio religioso più importante della città. La chiesa nasce intorno all’anno 800 d.C. Nel corso dei secoli viene modificata più volte fino ad assumere l’aspetto che vediamo oggi. Gli ultimi interventi significativi vennero fatti per ordine di Sigismondo Pandolfo Malatesta, nel 1450 circa. Avvalendosi di artisti come Piero della Francesca, Leon Battista Alberti e Agostino di Ducci. Non fu mai completata, lo si può notare soprattutto nella parte superiore della facciata esterna. L’architettura si ispira alle opere classiche e greche-romane, chiaramente rinascimentale.

Le spiagge di Rimini

Chi viaggia a Rimini, non può fare a meno di visitare le splendide spiagge. Sono tra le più famose d’Italia, non solo per via della loro bellezza ma principalmente perchè sono attrezzatissime e propongono un’infinità di modi divertirti per stare in spiaggia. È possibile trovare e praticare ogni tipo di sport, di evento e di servizio, tante attività per ogni genere di turista. Inoltre, la maggior parte dei lidi e i locali che si affacciano sul lungomare, sono i principali centri di attrazione dei giovani. La notte infatti, le strade e le spiagge si animano di musica ed eventi di ogni genere.